User

Password


Forget password

Register now!
Home Articles Community Forum Guide Card Links
Search...
Languages
english
Italiano
Espanol


Loading news from Google...
Country: IL - WORK

una settimana di lavoro a Tel-Aviv

Location: 32.08326542473084, 34.768595695495605, IL, Tel Aviv, Israel
From: 2005-09-29 To: 2005-10-01
Language: italiano
Author: Roberto

Rank: View:2261

Una settimana di corso a Tel-Aviv. Parto con tantissimo entusiasmo, la voglia di vedere Israele è tantissima, di viverci per una settimana è quasi un sogno. Il mio viaggio inizia molto prima della partenza dell'aereo da Fiumicino. Inizia tra siti web e telefonate alle ambasciate. E' unitile spiegare il motivo. La farnesina scongliava viaggi in quel periodo in Israele, mi sono dovuto documentare molto su come comportarsi, cosa fare e cosa non fare. Allora via con i consigli del tipo, non andare nei mercati, evitare di prendere bus turistici, etc etc... Ma alla fine si parte. Siamo in tre. Ho visto per la prima volta Tel-Aviv dall'areo, la tratta arriva perpendicolare alla spiaggia e si può vedere tutta la città dall'alto. La prima cosa che noto è che la costa è drittissima! Nessuna insenatura, scoglio, golfo..... praticamente la costa è il parallelo. L'aereoporto mi stupisce. E' nuovissimo, grandissimo e se paragonati agli aereoporti europei è praticamente vuoto. Prendiamo un taxi e subito ci rendiamo conto che c'è qualcosa a cui non siamo abituati. prima di uscire dall'aereoporto veniamo bloccati da un posto di blocco, ci controllano i documenti, controllano la macchina dentro e sotto, ci chiedono perchè siamo qui (lo spieghiamo per l'ennesima volta) e poi ci augura buon viaggio e ci lascia andare. Il taxista ci dice, con un inglese peggio del nostro, che sono controlli di routine ed è normale. Siamo tutti incuriositi, durante il viaggio in taxy guardiamo fuori; strade larghe pulite, costruzioni nuove e particolari. Alloggiamo allo Sheraton (ce ne sono due) e quindi nella zona turistica. E' una zona completamente nuova, piena di alberghi, ristoranti sul mare e stabilimenti. La vista è molto bella e dalla camera del mio albergo ho un bellissimo panorama sul mare. Usciamo subito a farci una passeggiata lungo mare. La vista di marciapiedi larghi e panchine ci accompagnano per tutta la passeggiata. A destra il mare, a sinistra edifici alti e nuovi. Ma non può essere tutto così. Continuiamo. Cominciamo a notare che ogni tanto troviamo delle palazzine più vecchie e mal ridotte. Attraversiamo e vediamo la strada parallela a quella che costeggia il mare. Qui le cose sono abbastanza diverse. Le case sono a 2-3 piani e mal conce. Nei giorni sucessivi abbiamo modo di girare meglio la città, ora dobbiamo tornare in albergo.
Per 5 giorni viviamo li, ci svegliamo, andiamo a lavorare, rimaniamo bloccati nel traffico dei pendolari. Tel-Aviv ha un gran area dedicata ad aziende internazionali, quindi le costruzioni, le macchine, le abitudine sono abbastanza simile alle nostre europee e non ci sembra poi di stare così lontano da casa. Si parla inglese, praticamente ovunque (tranne in qualche taxy). Ci ricordiamo che siamo in Israel solo quando sentiamo un bellissimo "Shalom" che mi ricorda in quale terra importante e piena di significato siamo. Vi assicuro che sentire Shalom (pace) al posto di "hello o goodbye" è veramente importante e deve far riflettere. Nel tardo pomeriggio usciamo e facciamo i turisti, andiamo nei centri commerciali nei negozietti e cominciamo ad informarci per andare a Gerusalmme (leggi il mio articolo link). Anche i centri commerciali sono simili a quelli già visti molte volte, tranne per un dettaglio che poi troveremo in ogni sito pubblico. Un controllo con tanto di metal-detector prima di entrare. La visione di un controllo così rigido per entrare in un centro commerciale ci lascia perplessi e mi tornano in mente tutti i consigli che avevo letto prima di partire. Ma niente paura, si fa presto l'abitudine a questi controlli, anzi dopo un po' non ne puoi fare a meno, ti danno comunque un senso di tranquillità. Lo so è assurdo!! La sera andiamo sera a cena in ristoranti diversi, si mangia molto bene. E' da visitare sicuramente la città vecchia Jeffa, a sud rispetto alla zona turistica. Il vecchio quartiere arabo. Qui la città è molto differente. Le case sono molte più vecchie, le vie più strette e soprattutto è abitata completamente da arabi. I negozi sono arabi, le scritte in inglese sono minime. Sembra una città nella città. La prima molto moderna, occidentali sia nelle architetture che negli abitanti, la seconda, il quartiere vecchio della città, invece è completamente una città più vecchia e caratteristicamente araba. Assolutamente da assaggiare i loro dolci tipici, a base di frutta secca e miele. Veramente squisiti. Ovviamente i negozi non sono "curati" come quelli a cui siamo abituati. Non è da sottovaluare anche il panorama, da qui infatti si riesce a vedere la parte nord della città e specialmente di notte è molto suggestiva. A nord invece c'è unporto turistico, pieno di open bar, discoteche e tutto quello che serve per passare un serata/nottata uguali a quelle a cui siamo abituati.
In poche parole, l'impressione che si ha è quelle di una città nuovissima in continua evoluzione. A volte si gira l'angolo e vieni riportato in una città vecchia ma piena comunque di significato. Il mare è molto bello e c'è molto turismo. Ottime le attrezzature e gli alberghi. Vi consiglio di andarci, ovviamente.

Advisor:
L'unica notizia da darvi è che la paura di attentati è alta. Ovunque ci sono poliziotti con metal detector. Negli alberghi, centri commerciali, a volte anche nei ristoranti. Ma dopo un po' ci si abitua e la situazione ti da una sensazione di protezione. Come d'altronde tutti gli aerei che senti passare sopra la tua testa. Sicuramente prima di partire verificate la situazione arabo-palestinese sui vari siti del ministero degli esteri. All'aereoporto chiedete di non farvi mettere il timbro, potreste avere dei problemi a visitare altri paese di origine mussulmana

Author: Roberto

Send a your friend

Have you seen this location? Write an article!

  tel aviv Video on YouTube
Loading Video Google...
  Comment
 
Guide Card

  Photos of article
vicolo parallelo alla via turistica del mare. Da notare la differenza con le case in primalinea Palazzo, costruzionemoderna,  in riva al mare Vista sul mare dal mio albergo laico e religioso, due palazzi a confronto Il quartiere arabo panorama dal lungo mare turistico. Fotografato dal quartiere arabo foto notturna della spiaggia Il tramonto dal mio albergo. Spettacolare!! Un'altro tramonto (anzi forse lo stesso, non ricordo) Lungo mare bandiere e spiaggia Torri e mercato
  Map (view large)
  Articles... about IL
- una settimana di lavoro a Tel-Aviv
- Una città mistica.... jerusalem

  Roberto's articles
- Crociera Royal Caraibben - Mexico, Tulum, Tempio M
- Crociera Royal Caribbean- Tappa Labadee, Haiti
- Crociera Royal Caribbean- Tappa Jamaica...
- Buenos Aires...
- una settimana di lavoro a Tel-Aviv

Roberto

  Other photos of IL - IL
Santo Sepolcro Santo Sepolcro - facciata panorama dal lungo mare turistico. Fotografato dal quartiere arabo Lungo mare Il quartiere arabo Un'altro tramonto (anzi forse lo stesso, non ricordo) laico e religioso, due palazzi a confronto bandiere e spiaggia Tramonto a Tel-Aviv Vista sul mare dal mio albergo panoramica Muro del pianto Il tramonto dal mio albergo. Spettacolare!! vicolo parallelo alla via turistica del mare. Da notare la differenza con le case in primalinea Jerusalem, quartiere arabo mercato Palazzo, costruzionemoderna,  in riva al mare foto notturna della spiaggia Interno Santo Sepolcro mosaico Spiaggia di TelAviv
Other..

User of IL